Psicologia oncologica

Servizio in ambito ospedaliero

Nel dolore provocato da una sindrome neoplastica, crediamo che con il dialogo e con il sostegno psicologico la sofferenza possa essere mitigata, le cure possano risultare più' sopportabili ed il processo di recupero potenziato

Dott. Luciano Zilocchi
Referente Dott. Luciano Zilocchi

La psicologia oncologica è un Servizio nel quale il “dire” e l’ “ascoltare” hanno lo stesso valore del “fare”

L’Ospedale Pederzoli offre ai propri pazienti, colpiti da una sindrome neoplastica, e ai loro familiari l’opportunità di avvalersi del sostegno professionale dello Psico-oncologo il quale, attraverso colloqui guidati di sostegno, apporta un valido aiuto nella cura della malattia.

La diagnosi di tumore ha un profondo – talvolta sconvolgente – impatto emotivo nel malato, che può sviluppare sentimenti di paura, rifiuto, angoscia, insicurezza, influenzando in modo rilevante la qualità della vita propria e dei familiari.

L’assistenza psicologica nell’ambito della cura e della riabilitazione nella patologia tumorale ha dimostrato la sua utilità sia sul piano terapeutico, sia sul piano dell’umanizzazione delle cure, affinché non si veda soltanto la “malattia-nemico”, ma anche la persona, il suo travaglio interiore e le necessità psicologico-relazionali che ne conseguono.

La psico-oncologia si situa come interfaccia da un lato dell’oncologia, dall’altro della psicologia clinica e della psichiatria. Essa analizza ed interviene in due significative dimensioni legate al cancro:

1) l’impatto psicologico e sociale della malattia nel paziente, nella sua famiglia e nell’équipe curante;

2) il ruolo dei fattori psicologici e comportamentali nella prevenzione, nella diagnosi precoce e nella cura delle neoplasie.

La psico-oncologia considera l’interdisciplinarietà e l’integrazione disciplinare come requisiti indispensabili per l’attuazione di un sistema di cura, che tenga in debita considerazione la globalità dei bisogni del malato.

A riorganizzarsi non è solo il paziente ma anche tutta la sua famiglia che deve riadattarsi a nuovi ritmi e a nuovi ruoli.

In uno scenario così complesso di dinamiche familiari gli interventi di “counselling” psico-oncologico, rivolti al paziente ed alla sua famiglia, si dimostrano uno strumento utile nei casi in cui è necessario fornire informazioni, sostenere nei momenti di crisi, orientare nella soluzione di problemi, rinforzare la capacità decisionale, favorire il recupero e la riabilitazione.

 

La formazione del personale per migliorare l’assistenza al paziente oncologico

Data l’importanza dell’attività prestata, il Servizio di Psicologia Oncologica organizza momenti di formazione e di consulenza rivolti al personale curante. Formazione e consulenza psicologico-comunicazionale che risultano essenziali non solo per una ottimizzazione della cura prestata al paziente ma anche per far superare al personale (qualunque esso sia) tutte le situazioni che comportano una condizione di pesante carico emotivo.

CUP - Centro Unico Prenotazioni

Devi prenotare una visita od annullarla? Ecco i numeri di riferimento:

Prenotazioni 045 644 92 70
Annullamenti / Disdette H24
chiamando o lasciando un messaggio al
045 644 92 30
Orari di apertura Dal lunedì al venerdì
dalle 8:00 alle 19:00
Sabato dalle 08:00 alle 12:00

Hai uno smartphone? Per richiedere la prenotazione della tua visita in SSN abbiamo l'App che fa per te, scaricala da google.play o app store

Download on the App Store GET IT ON Google Play

Informazioni e comunicazioni

Siamo molto attenti al rapporto tra Medico e Paziente

La presenza del servizio di psicologia oncologica permette una continuità di incontri formali ed informali con i curanti, con gli ”artefici” della cura.

In particolare le riunioni interdisciplinari consentono di condividere tra tutti i componenti dell’équipe curante i punti di vista sul malato e sui suoi bisogni, sul piano terapeutico e la sua evoluzione, su eventuali carichi emotivi, ecc.

Sei un paziente o un familiare del paziente?

Per qualunque necessità relativa alle condizioni del ricoverato siamo a tua disposizione. In particolare, essendo il Servizio di Psicologia Oncologica rivolto sia al paziente che ai suoi familiari, entrambi possono richiedere un colloquio di sostegno direttamente allo Specialista curante. E qualora lo Specialista ne ravvisi l'opportunità`, egli stesso proporrà alla persona malata e/o ai familiari uno o più colloqui con lo Psicologo."

 “Dà voce al tuo dolore. Un dolore senza parole sussurra ad un cuore affranto di schiantarsi”.

(William Shakespeare, Macbeth).